IL FORUM DI MONTEPARANO.COM

IL FORUM DI MONTEPARANO.COM
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 DISCUSSIONI
 DISCUSSIONI LIBERE
 IMU
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 08/01/2013 : 16:33:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
La Ue boccia l'Imu: aumenta la povertà e non risolve le disuguaglianze. Renderla progressiva e più equa


Dopo i colpi da campagna elettorale, sull'Imu arriva una bordata ancora più pesante: a renderla tale è il mittente, la stessa Unione europea nel cui nome sono state compiute le difficili scelte fiscali del 2012 che proprio nell'imposta sul mattone trovano il loro pilastro centrale.


«L'Imu deve essere modificata per renderla più equa e per conferirle un effetto redistributivo», scrive il Rapporto Ue 2012 su Occupazione e sviluppi sociali. La nascita dell'Imu, ricorda il rapporto, è avvenuta «a seguito di raccomandazioni sulla riduzione di un trattamento fiscale favorevole per le abitazioni», anche in considerazione del fatto che le tasse sulla proprietà presentano «un effetto distorsivo relativamente basso e un basso tasso di evasione». Un conto, però, erano le raccomandazioni, altro conto si è rivelata la loro traduzione pratica, al punto che il Rapporto parla apertamente di «possibili miglioramenti» dell'imposta. Il problema è quello di rendere l'imposizione progressiva e legata al reale valore dell'immobile, ed è noto allo stesso Governo che infatti aveva dedicato alla riforma del Catasto uno dei capitoli chiave della delega fiscale naufragata in un Parlamento ormai invaso dai venti elettorali. La moltiplicazione lineare dei vecchi valori catastali, con i nuovi moltiplicatori che hanno aumentato del 60% la base imponibile rispetto alla vecchia Ici, hanno infatti finito per ingigantire le distorsioni nate dal fatto che i numeri del Fisco si sono disinteressati dell'evoluzione del mercato nei decenni.

Il risultato finale varia di conseguenza da città a città, e da quartiere a quartiere, in base alla casualità dell'intreccio fra prezzi di mercato e valori catastali. Un'analisi sulla stessa tipologia di immobile in zone equivalenti di diverse città arriva a mostrare paradossi eclatanti, come il fatto che un negozio a Latina può arrivare ad avere una base imponibile tripla rispetto allo stesso negozio a Venezia, città che invece primeggia a livello nazionale per i valori fiscali delle abitazioni. Un trilocale in semicentro a Savona, per il Catasto, può valere il doppio dello stesso immobile a Milano, mentre un appartamento a Verona mostra una base imponibile più che doppia rispetto a Reggio Emilia, mentre i due mercati sono sostanzialmente analoghi. Ma differenze enormi possono coesistere nella stessa città, perché una casa nuova in periferia, che naturalmente ha una rendita aggiornata in quanto attribuita al momento della costruzione, secondo il Fisco può valere molto di più di un immobile di lusso in centro, i cui parametri catastali risalgono a decenni fa. Tutte queste distorsioni hanno ricadute dirette sul mercato degli affitti, perché nelle città in cui il mercato è sgonfio ma i valori catastali sono alti le imposte possono assorbire fino al 70-80% dell'entrata, mentre in altri centri i bilanci pubblici "si accontentano" di chiedere il 50 per cento, senza che queste differenze abbiano un qualsiasi riscontro sulla reale situazione patrimoniale e reddituale del contribuente.

In questo modo, si macchiano anche gli effetti positivi del meccanismo disegnato nel dicembre 2011, che tra l'altro distingue in modo significativo il carico tra abitazione principale e altri immobili, e c'è il rischio che il suo impatto arrivi «ad aumentare leggermente la povertà in Italia». I valutatori di Bruxelles trovano però qualche altro meccanismo da correggere: il suggerimento è quello di introdurre deduzioni non basate sul reddito ma sul valore, dunque più in linea con l'impostazione di una tassa sulla proprietà, e di migliorare la definizione di abitazione principale.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-01-08/aumenta-poverta-risolve-disuguaglianze-143405.shtml?uuid=AbizkKIH

"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 10/01/2013 : 14:24:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
Tutti esenti?

"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"
Torna all'inizio della Pagina

angelo60
Utente Attivo


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


970 Messaggi

Inserito il - 12/01/2013 : 17:45:39  Mostra Profilo Invia a angelo60 un Messaggio Privato
Uno degli assiomi fondamentali della scienza delle finanze è che non è etico tassare il patrimonio, perchè il prelievo dal suo valore impoverisce il bene, mentre il prelievo dal reddito influisce sui flussi annuali della produzione della ricchezza, in parole più semplici, le tassazioni sul patrimonio impoveriscono l'Italia, le tassazioni sul reddito influiscono sul prodotto interno lordo . Il prelievo dal patrimonio crea anche la stortura della doppia tassazione, cioè la prima nel momento della produzione della ricchezza (la fase reddituale, prima della fase del risparmio) l'altra quando il patrimonio è nella disponibilità del risparmiatore. Il prelievo dal patrimonio potrebbe verificarsi solo eccezionalmente in alcune fasi della vita per recuperare somme diverse dai flussi annuali e per scopi ben precisi, solo così potrebbe essere accettabile e condiviso.
Fatta questa premessa, andiamo indietro nel tempo, nel 1992, quando in uno stato di crisi finanziaria, il governo Amato prelevò (tassazione sul patrimonio) il 6 per mille dai conti correnti di tutti i cittadini italiani per risanare i conti pubblici e in maniera straordinaria istituì per quell'anno l'Isi (imposta straordinaria sugli immobili) che proprio per la sua natura di imposta sul patrimonio e non sul reddito, doveva essere solo una tantum, poi l'anno successivo, si trasformò in Ici ed ora Imu, imposte sul patrimonio che per loro natura impoveriscono l'Italia (se noi facessimo i calcoli di tutti i prelievi Ici dalla sua istituzione, ci ritroviamo un valore immobiliare impoverito di circa il 15% (in valori finanziari, non di superficie). Queste imposte sono inique e non etiche: una nazione per il suo sostentamento e la produzione dei servizi alla sua popolazione deve tassare il reddito , cioè una quota del Pil , quando comincia a prelevare dal Patrimonio (oltre che dal reddito) a lungo andare perderà tutta la sua ricchezza
Torna all'inizio della Pagina

ciro il grande
Utente Attivo



Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


785 Messaggi

Inserito il - 12/01/2013 : 18:36:39  Mostra Profilo Invia a ciro il grande un Messaggio Privato
E sulla Tares cosa ha da dire Angelo60. Veramente si prospetta un aggravio di tassazione del 30/40 per cento rispetto alla Tarsu attuale?
Se così fosse, ed io lo credo, come faremo a far quadrare i bilanci famigliari?
E poi saranno tassate le superfici sia delle prime case che quelle delle seconde?

Ciro il grande

Modificato da - ciro il grande in data 12/01/2013 18:38:16
Torna all'inizio della Pagina

angelo60
Utente Attivo


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


970 Messaggi

Inserito il - 14/01/2013 : 16:54:16  Mostra Profilo Invia a angelo60 un Messaggio Privato
ciro il grande ha scritto:

E sulla Tares cosa ha da dire Angelo60. Veramente si prospetta un aggravio di tassazione del 30/40 per cento rispetto alla Tarsu attuale?
Se così fosse, ed io lo credo, come faremo a far quadrare i bilanci famigliari?
E poi saranno tassate le superfici sia delle prime case che quelle delle seconde?



La Tares, questa bestia nera che affronteremo quest'anno per la prima volta:
questa nuova tassa sostituisce la vecchia Tarsu andata in pensione già dal 31/12/2009 (su questa questione c'è un dibattito giurisprudenziale che di fatto condanna i comuni che applicavano la Tarsu a non aver titolo per chiedere questa tassa per gli anni 2010/2012 e quindi esonererebbe dal pagamento della tassa i cittadini), è una tassa che coprirà tutti i costi della raccolta e smaltimento rifiuti, sarà computata in base ai metri dell'immobile posseduto, sarà anche differenziata in base al nucleo familiare (le famiglie numerose pagheranno di più mentre i nuclei mono o bifamiliari avranno un risparmio) e alle tipologie merceologiche delle attività commerciali e artigianali (chi produce più rifiuti es. fruttivendolo pagherà di più di uno studio professionale), la grande novità è che per far pagare ai cittadini i cosidetti "servizi indivisibili" cioè quei servizi erogati dagli enti locali che non si possono misurare singolarmente (quali possono esere la pubblica illuminazione o la manutenzione delle strade)ci sarà un aumento forfettario di 30 centesimi al metro quadro che può essere ulteriormente aumentato di 10 centesimi a facoltà degli amministratori.
Traduciamo tutto in numeri quello che ci aspetta a livello locale, l'anno scorso la tarsu per le tasche dei monteparanesi è costata 210.000€ a fronte di un costo del servizio di 283.382 € ( la differenza fu compensata da un prelievo dal contributo rata Vergine, 12.000€ ricavi Conai, 18.000€ dal bilancio comunale), questa differenza di circa 73.000€ andrà a gravare sul computo del prezzo per metro quadro delle abitazioni (con le dovute differenziazioni per famiglie numerose e diversità merceologiche per gli esercizi commerciali) a questo prezzo del costo raccolta rifiuti aggiungiamo 30 o 40 centesimi al metro e sapremo quanto ci costerà questa nuova tassa. E da come è strutturato il pagamento attuale della Tarsu per i Monteparanesi, temo che avremo molte sorprese quando usciranno i bollettini di pagamento nel 2013
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 14/01/2013 : 17:23:12  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
... quando lo diceva grillo che l'imu nn andava bene ... POPULISTA, DEMAGOGO ... vabbè quindi tocca pagare e starsene zitti, tra l'atro mi sembra che , facendo i conti della serva, la casa vine tassata due volte, per l'imu e per la tares ...
e quest'ultima mi pare un grosso passo indietro rispetto alla tia, che a mio parere era davvero equa (tassava la effettiva produzione di rifiuti), inoltre nn capisco come ci si deve comportare riguardo alla tarsu per gli anni in cui questa non sarebbe dovuta più esistere, già portai qui un link in cui la commissione tributaria di grosseto mi pare, annullava la tarsu di questi anni , poi se nn ricrdo male la stessa è tronata sui prorpi passi ... i cittadini devono sempre e comunque pagare pagare e pagare????
Torna all'inizio della Pagina

angelo60
Utente Attivo


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


970 Messaggi

Inserito il - 15/01/2013 : 10:41:49  Mostra Profilo Invia a angelo60 un Messaggio Privato
Molto interessante:


http://www.lamiapartitaiva.it/fisco/redditometro-2013-dalla-cassazione-un-pugno-da-ko/?utm_source=Newsletter&utm_medium=Email&utm_campaign=Redditometro_14_01_13_PaginaRistoranti
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 15/01/2013 : 16:42:59  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
molto interessante si !!! ogni tanto un po di buon senso
Torna all'inizio della Pagina

angelo60
Utente Attivo


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


970 Messaggi

Inserito il - 18/01/2013 : 10:32:29  Mostra Profilo Invia a angelo60 un Messaggio Privato
Sempre della serie sul redditometro, la gente normale non deve preoccuparsi, attenti però alle "crociere"

http://it.finance.yahoo.com/notizie/redditometro-ecco-la-franchigia-sulle-spese-075301987.html
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 24/01/2013 : 10:47:13  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
angelo hai notizie riguardo alle voci che circolano riguardo a eventuali rimborsi imu? ne è sostenitore addirittura tremonti ....
Torna all'inizio della Pagina

angelo60
Utente Attivo


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


970 Messaggi

Inserito il - 25/01/2013 : 17:09:45  Mostra Profilo Invia a angelo60 un Messaggio Privato
silverfox ha scritto:

angelo hai notizie riguardo alle voci che circolano riguardo a eventuali rimborsi imu? ne è sostenitore addirittura tremonti ....


Sul sito contribuenti.it è stata indetta una class action nei confronti dei comuni e del governo perchè questa tassa, anche in base a quanto detto dalla commissione Europea, appare iniqua e ingiusta perchè fa pagare allo stesso modo sia il ricco che il povero non prevedendo ammortizzatori o salvaguardie di casi particolari. Bisogna iscriversi e scaricare il modello prestampato da reinviare all'associazione entro il 28 febbraio perchè si possa indire una class action.
La strategia è di fare la richiesta di rimborso ad ogni singolo comune e in caso di mancata risposta o risposta negativa cominciare la via legale per ottenere la possibilità di sentenze a favore ed creare giurisprudenza a cui riferirsi per i rimborsi o successive cause.
Questa crociata la sta sostenendo Tremonti(dimenticando che l'istituzione dell'Imu è stata fatta nel 2011 dal suo governo) e probabilmente può dare risultati, ma da qui a dire che ci sono rimborsi Imu ne correrà di acqua sotto i ponti. Comunque se si vuole aderire già da subito basta andare sul sito www.contribuenti.it
Torna all'inizio della Pagina

Alex74
Nuovo Utente



Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


9 Messaggi

Inserito il - 10/08/2014 : 09:31:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Alex74  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Alex74 Invia a Alex74 un Messaggio Privato
Abbiamo pagato La TASI, ma la TARES quando arriva? ... purtroppo presto credo.

Alex74
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
IL FORUM DI MONTEPARANO.COM © Monteparano.com 2008 Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,24 secondi. Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | PlatinumFull - Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06