IL FORUM DI MONTEPARANO.COM

IL FORUM DI MONTEPARANO.COM
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 DISCUSSIONI
 DISCUSSIONI LIBERE
 Governo tecnico e crisi economica
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 01/04/2012 : 21:32:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
Apro questa discussione perchè l'argomento è attuale ma i vari utenti lo stanno spargendo in altre discussioni.
A tal fine riporto un intervento di Spiderman inserito altrove, che può servire come inizio della discussione.

spiderman ha scritto:

Non so se questo post sia meglio inserirlo in questa rubrica o altrove.
Vi siete accorti delle molteplici notizie sui media di imprenditori che si suicidano? Non fatemi passare per colui che passa il tempo libero a leggere la cronaca nera,tutt’altro. Questa escalation di suicidi nel mondo dell’imprenditoria è spaventosa e se ci limitiamo alla elencazione dei casi senza porci il problema delle cause,daremmo ragione agli osservatori mediocri. Anzitutto dobbiamo osservare che è gente che muore per disperazione,che ha chiuso un’attività produttiva che dava lavoro e sostegno a sé e ad altra gente. Tutta questa gente non è vittima di un ….virus influenzale indecifrabile. È gente che muore per un virus ben preciso ed individuato:la crisi economico-finanziaria che attanaglia l’Europa.La nuova povertà aggredisce fasce sociali sempre più ampie e si allarga il divario tra ricchi e poveri. Questo è il dato più preoccupante,al di là degli spread ed altre amenità finanziarie. Abbiamo un tessuto imprenditoriale straordinario,ma senza più credito da parte del sistema bancario ne muore asfissiato. Ho letto di una sequela di progetti di giovani imprenditori non portati a termine(o mai iniziati) per chiusura dei finanziamenti,tra cui quello(per ventimila euro) del giovane pugliese,finito per suicidarsi. Questi suicidi(condannabili finché si vuole) rischiano di essere l’equivalente silenzioso di una perdita umana di una rivoluzione di popolo e quando raggiungono questi livelli vuol dire che stiamo per arrivare ad un punto di non ritorno. Siccome si conosce la causa,perché non ci si concentra a prendere l’antidoto delle contromisure? Al di là delle iniziative intraprese dal Governo Monti(ci sarebbe tanto da dire),perché le Banche hanno chiuso i rubinetti dei finanziamenti? Perché non ci si chiede dove siano andati a finire quei soldi che la BCE ha versato alle varie banche nazionali (con l’1% di interessi)e che queste dovevano girare ai richiedenti bisognosi(piccole imprese in particolare) con un massimo del 3% di interessi per dare sviluppo alla produzione e lavoro? La risposta(per quel che si sente dire) è che le Banche hanno provveduto prioritariamente ad appianare i loro bilanci poi investendo in titoli redditizi e chi se ne frega degli aiuti da elargire ai bisognosi. Ciò è grave e se questa è una seria concausa della crisi,perché non ci spiega il Governo come venirne fuori? Non basta incolpare l’abusata recessione:ci interessa sapere come ne usciamo. Dai tecnici,più che dai politici,si pretende qualche certezza in più. Attenzione:oltre la fame,il bisogno,lo stato di necessità , è la perdita di dignità che conduce alla ribellione ,a meno che non dovremo rassegnarci ad una morte povera e disperata.


"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 01/04/2012 : 21:41:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
Concordo in toto con Spiderman.
Comprendere la "disperazione" può non rientrare nei compiti dei "tecnici", ma è un obbligo per i "politici".
E comunque a me pare che il governo "tecnico" interviene, commenta e giudica come un governo "politico" ...

"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"
Torna all'inizio della Pagina

Franz Bunga
Utente Master



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


1496 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 09:39:26  Mostra Profilo Invia a Franz Bunga un Messaggio Privato
Io concordo, ma in gran parte. Non in toto. Perchè la politica italiana, per anni, ha compreso la disperazione per regalare, a destra e a manca, situazioni (posti di lavoro, leggi ad classem, se non ad personam), insomma, una marea di privilegi, senza averne le possibilità (debito pubblico alle stelle). Questa politica ha compreso la disperazione di voi, "generazione di privilegiati", e ora presenta a noi, generazione di "sfigati", il salato conto.

I tecnici saranno pure dei robot senz'anima, ma quanto meno stanno facendo delle cose sensate, cercando di non accontentare ora quello ora quell'altro (la bella politica italiana che abbiamo avuto sin ora) ma concentrandosi sulla sostanza delle cose, per porre rimedio agli scempi del passato. Si può essere d'accordo o no, ma questo è il sale della vita pubblica.

L'unica cosa che ancora rimprovero al governo Monti, è di non aver ancora delineato un chiaro piano industriale per l'Italia. Sto apprezzando i road show che sta facendo per il mondo (da ultimo in Cina, prima in Gran Bretagna). Ma occorre fare molto di più.

Sto per dire una cosa forte, non è da me, ma visto che si parla tra di noi e si mettono in mezzo le persone che si suicidano...se ora se ne suoicidano 5, con un'Italia nel baratro, ci suicideremmo tutti.

"i giardinetti! inospiti lande steppose. E pur si millantano in un vezzegiativo che al buon ragionare trasmette un'idea di abbindolamento" Michele Mari

Torna all'inizio della Pagina

Niedzwiedz
Utente Master


Prov.: Estero
Città: Cracovia


1849 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 09:58:32  Mostra Profilo Invia a Niedzwiedz un Messaggio Privato
Franz Bunga ha scritto:

... (debito pubblico alle stelle).


ed io ci aggiugerei "in EURO".

Sembra che gli stati con moneta sovrana non abbiano gli stessi problemi dell'eurozona. Vedasi Gran Bretagna, Giappone (debitp pubblico al 200%), Cina ecc...

E si pensi all'Italia della Lira nel 1998 con 132% debito/PIL, superiore rispetto all'odierno 114%.

In certis unitas, in dubiis libertas, in omnibus caritas
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 10:33:20  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
" Perchè la politica italiana, per anni, ha compreso la disperazione per regalare, a destra e a manca, situazioni (posti di lavoro, leggi ad classem, se non ad personam), insomma, una marea di privilegi, senza averne le possibilità (debito pubblico alle stelle). Questa politica ha compreso la disperazione di voi, "generazione di privilegiati", e ora presenta a noi, generazione di "sfigati", il salato conto "
PURTROPPO QUESTE SONO LE SCELTE DELLA CLASSE POLITICA CHE NOI ITALIANI, NEGLI ANNI ABBIAM VOTATO. LE PROMESSE, LE TANTE PROMESSE, IL PICCOLO REGALO FATTO AL MOMENTO, O LA RACCOMANDAZIONE PER ESSERE ASSUNTI IN UN QUALCHE POSTO, LA SITUAZIONE PERSONALE DI OGNUNO , CI HA RESI RICATTABILI. CI LAMENTIAMO OGGI, CI DICIAMO INDIGNATI, MA MAI PRIMA L'ITALIANO HA GRIDATO LA SUA INDIGNAZIONE, QUASI RASSEGANTO SI RECAVA ALLE URNE A VOTARE IL PEGGIO O IL MENO PEGGIO! PARLARE DEL PASSATO, ADESSO, NELLE CONDIZIONI IN CUI SIAMO, LO SI PUò FARE, è DOVEROSO FARLO, MA DOBBIAMO PENSARE AL PRESENTE E SOPRATTUTTO CERCARE DI GUARDARE LA FUTURO (IO NON CI RIESCO)! PROPRIO IERI SERA GUARDAVO UNA TRASMISSIONE, IN CUI POLILLO PARLAVA CON GLI ESODATI ... NELLE SUE ESPRESSIONI QUASI LEGGEVO "..ARRANGIATEVI"! IL GOVERNO DEI TECNICI, CHE PROPONE FORTI CAMBIAMENTI, LO FA TIMIDAMENTE QUANDO GUARDA AD ALCUNI PIù DECISO INVECE QUANDO GUARDA ALTRI,UN GOVERNO CHE POCO HA COLPITO I GRANDI PATRIMONI, CHE HA LE MANI LEGATE QUANDO OSA TOCCARE LA CASTA, FINO AD ORA SI è FATTO SENTIRE PER I PROVVEDIMENTI FISCALI, FORTI PROVVEDIMENTI, CHE COLPISCONO LE FASCE PIù DEBOLI. COMBATTERE L'EVASIONE, BENE è GIUSTO, MA PERCHè C'è L'EVASIONE? QUALCUNO SI è POSTO QUESTA DOMANDA? FORSE UN SISTEMA FISCALE INIQUO? O TROPPO ELEVATO? SI RIDUCO I SERVIZI MA SI AUMENTANO LE TASSE, E POI SI SCOPRE CHE QUESTE VANNO A COPRIRE LE ENORMI SPESE DI CANCELLERIA DEL PARLAMENTO (TANTO PER DIRNE UNA). COME SI SENTE IL CITTADINO? RICONDURRE LA CRISI AL SOLO FATTO DELLA CRISI GLOBALE, CREDO VADA BENE FINO A UN CERTO PUNTO, MA A QUESTO è BEN COLLEGATO IL SISTEMA POLITICO DI OGNI PAESE, COME QUESTO HA AFFRONTATO, AMMESSO CHE L'ABBIA FATTO, LA CRISI. FINO A POCHI MESI FA LA CRISI ERA ANCORA NEGATA, O SE MA I FOSSE STATA, SI DICEVA SUPERATA. FU FATTO IL REFERENDUM NON ACCORPANDOLO ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE (QUANTI SOLDI NON SI SONO RISPARMAITI?) E OGGI PARE CHE SIA DIFFICILE TROVARE UN CENTESIMO. SI PENSAVA A FARE LEGGI RIVOLTE A POCHI MENTRE I PENSIONATI ITALIANI INIZIAVANO A FARSI FOTOGRAFARE MENTRE ROVISTAVANO NEI CASSONETTI DEI RIFIUTI O SI FACEVANO ARRETSRAE PERCHè SORPRESI A RUBARE DUE FETTINE DI CARNE! PER NON PARLARE DEI GIOVANI CHE, MENTRE VENIVANO PROMOSSI DA BAMBOCCIONI A SFIGATI, HANNO LAVORATO PER LE STATISTICHE ... RAGGIUNGENO IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE DEL 30% (CIRCA), FINO ALLE IMPRESE OLTRE 11OOO CHE SONOO FALLITE LO SOCRSO ANNO E NEI CASI PIù TRAGICI GLI IMPRENDITORI CHE SI AMMAZZANO. FINALMENTE SI SCENDE IN PIAZZA, SI MANIFESTA, MA ANZICHè GUARDARE ALLE CAUSE, ALLE MOTIVAZIONI, AL MALCONTENTO, L'UNICA PREOCCUPAZIONE PAREVA ESSERE QUELLA DELLA VIOLENZA SCATURITA! NEL FRATTEMPO, EPISODI DI CORRUZIONE, SOLDI PUBBLICI USATI PER SCOPI PRIVATI ... E IN UNLTIMO IL PARLAMENTARE SCELTO DA VELTRONI CHE AMMETTE ANDIDAMENTE DI ANDARE IN PARLAMENTO SOLO A "PIGIARE IL BOTTONE" PER QUELLE POCHE VOLTE CHE CI VA, MA PER CUI VIENE PAGATO DAI CITTADINI A QUALI SI è CHIESTO DI FARE I SACRIFICI.
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 11:16:32  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/31/crisi-2011-oltre-imprese-sono-fallite-50mila-hanno-perso-lavoro/201477/
Torna all'inizio della Pagina

Franz Bunga
Utente Master



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


1496 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 12:59:58  Mostra Profilo Invia a Franz Bunga un Messaggio Privato
Ci pensavo l'altro giorno. Monti chiede ai cinesi di investire in Italia per farne ripartire l'economia. La stessa Cina che con la sua competizione sleale ci ha rovinati. Invece di chiedere a loro di uniformarsi ai parametri mondiali in modo da creare una concorrenza leale, si chiede a loro di venire in Italia, magari esportando il loro modello.

"i giardinetti! inospiti lande steppose. E pur si millantano in un vezzegiativo che al buon ragionare trasmette un'idea di abbindolamento" Michele Mari

Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 13:04:51  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
giustissimo franz, condivido pienamente! e credo che il tuo sospetto sia terribilmente vero, vedi taranto... davanti al colosso ilva non esistono regole, ma proroghe, deroghe, poca trasparenza ecc!
Torna all'inizio della Pagina

mentecat
Utente Master




2038 Messaggi

Inserito il - 02/04/2012 : 13:28:13  Mostra Profilo Invia a mentecat un Messaggio Privato
Franz Bunga ha scritto:

Ci pensavo l'altro giorno. Monti chiede ai cinesi di investire in Italia per farne ripartire l'economia. La stessa Cina che con la sua competizione sleale ci ha rovinati. Invece di chiedere a loro di uniformarsi ai parametri mondiali in modo da creare una concorrenza leale, si chiede a loro di venire in Italia, magari esportando il loro modello.

Questa è sacrosanta!

La sanità mentale è un'imperfezione.

Charles Bukowski
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 03/04/2012 : 13:03:50  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
http://www.tzetze.it/tzetze_news.php?url=http%3A%2F%2Fwww.byoblu.com%2Fpost%2F2012%2F04%2F03%2FDal-presidente-del-Parlamento-Europeo-la-conferma-le-banche-ci-stanno-truffando.aspx&key=225bbe966ff9c2409ae8265da5bf7886a6e9b8a6
Torna all'inizio della Pagina

mentecat
Utente Master




2038 Messaggi

Inserito il - 03/04/2012 : 13:49:32  Mostra Profilo Invia a mentecat un Messaggio Privato

C'è qualcosa che non va. Il primo link apre una pagina celeste e il secondo non apre nulla. Oppure è il mio PC

La sanità mentale è un'imperfezione.

Charles Bukowski
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 03/04/2012 : 18:02:50  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
mentecat ha scritto:


C'è qualcosa che non va. Il primo link apre una pagina celeste e il secondo non apre nulla. Oppure è il mio PC

prova qui
http://www.byoblu.com/post/2012/04/03/Dal-presidente-del-Parlamento-Europeo-la-conferma-le-banche-ci-stanno-truffando.aspx
Torna all'inizio della Pagina

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 05/04/2012 : 23:26:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
Pensionata suicida, l’Inps le aveva tolto 200 euro

http://www.lavocedimanduria.it/wp/pensionata-suicida-linps-le-aveva-tolto-200-euro.html

"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"
Torna all'inizio della Pagina

Alex_Borsci
Utente Normale


Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Monteparano


52 Messaggi

Inserito il - 06/04/2012 : 10:35:52  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Alex_Borsci Invia a Alex_Borsci un Messaggio Privato
Buongiorno!
Sarò sincero, ero entusiasta del nuovo governo tecnico. Troppo. E molto spesso a partire con troppo entusiasmo si finisce per restare delusi.
Finalmente in televisione assistevo ad interviste di sconosciuti, di volti puliti da scandali e indecenze, assistevo a meeting europei più composti, piú seri. Ero sicuro che fosse insito nella mission del neo-governo un principio sacrosanto: colpire coloro che fino ad ora, grazie ad una posizione furbescamente privilegiata, erano stati capaci di eludere il fisco italiano dando vita a quel divario più grande d'Europa fra ricchissimi e poveracci. Mi aspettavo che questo avrebbe dato la possibilità ai contribuenti "regolari e precisi" di tratte vantaggio da questo principio, evitando che la pressione fiscale gravasse solo ed esclusivamente su di loro.
Manco a pensarlo. Accettate sulle fasce di contribuenti più deboli. Della tanto richiesta patrimoniale manco l'ombra, se non fosse per alcune misure del "SALVA ITALIA" che se raggruppate rappresentano una simil-patrimoniale (imposta di bollo sulla detenzione di attivitá finanziarie, imposta di bollo sui beni di lusso, imposta di bollo sui capitali scudati, l'imposta personale sul valore dei beni e gli immobili detenuti all'estero)... Insufficienti per determinare il reale cambiamento.
"Siamo tecnici, non politici, i politici ci hanno chiamato perché hanno fallito", continua a ripetere il ministro Fornero, quasi dimenticandosi di essere un'italiana e un essere appartenente al genere umano.
I partiti (soprattutto quelli storicamente attenti a questioni di carattere piú sociale) d'altro canto dovrebbero comprendere una cosa: questo Governo asettico, figlio delle anti-emozioni, da la possibilità ai partiti di riscattare il loro ruolo oramai perduto di difensore e protettore delle fasce piú deboli, ruolo sempre più rifilato ai sindacati. Mi spiego meglio. I partiti, cogliendo l'essenza dei principi in cui sono nati, dovrebbero essere capaci di intestarsi nuovamente quella identitá di rappresentanza sociale che per molto tempo hanno delegato alle confederazioni sindacali, che per forza di cose hanno sempre portato avanti non gli interessi generali, ma quelli dei loro tesserati. Dobbiamo tornare a guardare negli occhi il popolo italiano, sfidando le "paure elettorali", per uscire da questo stato comatoso troppo comodo per un parlamento di nominati.

PS
Scusate gli eventuali errori ortografici, vi scrivo dal cellulare...!
Torna all'inizio della Pagina

Amministratore
amministratore


Prov.: Taranto
Città: Monteparano


3659 Messaggi

Inserito il - 07/04/2012 : 12:35:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato
Ieri sera in TV la figlia di un imprenditore che si è suicidato ha detto una cosa che, personalmente, condivido:

" ... la responsabilità (di quello che è successo) non è del governo Monti, ma di tutti quegli IGNAVI che siedono in Parlamento e haqnno chiamato Monti a fare quello che loro non volevano fare ..."


"Fatti non fummo per viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza"
Torna all'inizio della Pagina

spiderman
Utente Attivo


Regione: Sardegna
Prov.: Cagliari


772 Messaggi

Inserito il - 12/04/2012 : 10:47:59  Mostra Profilo Invia a spiderman un Messaggio Privato
La politica italiana impazza sull’art.18. Chi mai ha potuto esaminarlo prima d’ora. Se ne parla tanto,ma probabilmente non siamo in grado di stabilire se abbia ragione il Governo o i Sindacati. Cosa è giusto che rimanga o cosa debba essere cambiato di quell’articolo di legge nessun lo sa. Personalmente da quando sono uscito dal mondo del lavoro,sono convinto che “Veritas stat in medium” e,dopo tanto dibattere,quella verità si sta lentamente raggiungendo. Sull’argomento ,però, si è perso molto tempo,sottratto ad un più necessario interesse nel mondo del lavoro:varare leggi che diano la possibilità ai giovani di inserirsi nel difficile mondo dell’occupazione. In fondo a chi può interessare l’art.18? All’1% degli occupati? Forse. Poca roba,ma trascurare gli interessi lavorativi dei giovani significa abbandonarli ad un domani drammatico,in vista di un loro pensionamento già di per sé inconsistente. È inammissibile che un giovane oggi non possa progettare un suo futuro,farsi una famiglia,essere alle dipendenze dei …propri genitori. Se non saremo in grado di risolvere questo enorme problema,ci rivolteremo nelle nostre tombe a seguito degli improperi che ci perverranno dai nostri figli,che ci accuseranno di aver provveduto solo per noi,ma non per loro. Hanno pienamente ragione. Ci mancano le coperture finanziarie per le assunzioni? La riforma del lavoro(non limitato all’art.18) con l’aumento delle imposte consentirà la ripresa delle attività produttive? Avessimo la certezza ! Ma a tutti incombe l’onere di provarci,anche a costo di enormi sacrifici. Intanto la rinuncia del Governo al ricorso per decreto fa ben sperare sulla bontà della riforma:significa che se ne vuole fare un approfondimento serio.Speriamo.
Torna all'inizio della Pagina

spiderman
Utente Attivo


Regione: Sardegna
Prov.: Cagliari


772 Messaggi

Inserito il - 18/04/2012 : 11:48:07  Mostra Profilo Invia a spiderman un Messaggio Privato
Non sono contro il finanziamento pubblico dei partiti o rimborso spese,che dir si voglia,per i tanti motivi,che no sto qui a discutere. Però bisognerebbe legiferare in merito nel senso che i partiti politici hanno l’obbligo di restituire allo Stato tutte le somme indebitamente incassate, non configurabili come rimborso spese consentite con i soldi pubblici. Mi spiego meglio con un esempio. Se un partito per le sue necessità di gestione spende un milione e chiede il conto allo stato, quale rimborso, di cinque milioni per spese non compatibili con l’attività del partito,commette,a mio avviso,il reato di indebito arricchimento della differenza di importo e si rende necessario,così,provvedere al sequestro dei soldi o beni appartenenti agli stessi, licenziando i funzionari resisi responsabili del misfatto. Quindi,eliminare del tutto il rimborso spese non va bene,ma limitarne l’entità e porre in essere severi controlli,direi che sia una cosa giusta da fare. Infine, in un momento di recessione come questo,anche loro devono sentire il bisogno di stringere la cinghia come tutti.
Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 18/04/2012 : 12:42:03  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
perchè invece non fissare un limite alle spese elettorali? perchè invece non autofinanziarsi con le tessere, evitando donazioni esterne( altrimenti bisognerebbe poi ricambiare il favore una volta che si vincono le elezioni)? sarei anche per un finanziamento pubblico, a condizione che la cifra sia giusta , senza esagerare, e uguale per tutti, solo per le spese fatte in campagna elettorale. poi basta!!!
Torna all'inizio della Pagina

Franz Bunga
Utente Master



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


1496 Messaggi

Inserito il - 18/04/2012 : 13:56:11  Mostra Profilo Invia a Franz Bunga un Messaggio Privato
silverfox ha scritto:

perchè invece non fissare un limite alle spese elettorali? perchè invece non autofinanziarsi con le tessere, evitando donazioni esterne( altrimenti bisognerebbe poi ricambiare il favore una volta che si vincono le elezioni)? sarei anche per un finanziamento pubblico, a condizione che la cifra sia giusta , senza esagerare, e uguale per tutti, solo per le spese fatte in campagna elettorale. poi basta!!!



"i giardinetti! inospiti lande steppose. E pur si millantano in un vezzegiativo che al buon ragionare trasmette un'idea di abbindolamento" Michele Mari

Torna all'inizio della Pagina

silverfox
Utente Medio



437 Messaggi

Inserito il - 21/04/2012 : 13:03:46  Mostra Profilo Invia a silverfox un Messaggio Privato
http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1043842/pdl-alfano-faremo-un-nuovo-partito-senza-il-finanziamento-pubblico.shtml

alfano dice nascerà un nuovo partito ch erinuncerà ai finanziamenti pubblici, casini manda in soffitta l'udc... che sta succedendo? hanno davvero paura del ciclone grillo? come mai lo definisocno populista, demagogo ecc ecc ... e poi propongono le idee (rivisitate a modo loro ia chiaro) del populista grillo?
Torna all'inizio della Pagina

spiderman
Utente Attivo


Regione: Sardegna
Prov.: Cagliari


772 Messaggi

Inserito il - 21/04/2012 : 17:22:02  Mostra Profilo Invia a spiderman un Messaggio Privato
silverfox ha scritto:

http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1043842/pdl-alfano-faremo-un-nuovo-partito-senza-il-finanziamento-pubblico.shtml

alfano dice nascerà un nuovo partito ch erinuncerà ai finanziamenti pubblici, casini manda in soffitta l'udc... che sta succedendo? hanno davvero paura del ciclone grillo? come mai lo definisocno populista, demagogo ecc ecc ... e poi propongono le idee (rivisitate a modo loro ia chiaro) del populista grillo?



Siamo di fronte alla più grave crisi esistenziale dei nostri partiti politici e ognuno tenta di uscirne assumendo appropriate iniziative. Il tramonto dei partiti personali(inventati da Berlusconi),suffragato dalla nefasta legge elettorale esistente,ha determinato il consequenziale distacco del paese dalla politica ed ora,da più parti,si chiede il ritorno alle qualità culturali di riferimento di ognuno di essi,che vada al di là del semplice maquillage del logo. Ha cominciato Casini,di cui ho “approfondito” la proposta, a percorrere una strada tutta in salita, al termine della quale potrebbe intravedersi un giovamento per tutto il paese. Egli postula un partito nuovo che non può prescindere da una cultura politica nuova che è quella della “collegialità nelle decisioni”,prese da una classe dirigente multiforme,che si possa innestare sul troncone di un partito storico,che ha nel suo dna il germe del rifiuto del canto delle sirene di destra e di sinistra. In termini concreti Casini immagina che il nuovo soggetto politico(con altro nome e altri dirigenti) può avere il seme di una nuova fioritura politica,che abbia una visione ampia dei bisogni della nostra società. Qui sta il punto. Per seminare ha bisogno di aprire a vecchi e nuovi “personaggi politici”,offrendo loro “partecipazione e collegialità”, necessaria per opporsi al disastro leaderistico del passato:una democrazia,cioè,capace di respingere il comando di uno solo. Se qualcuno pensa che Casini abbia escogitato una “nuova” riedizione dell’UDC,ritengo che non abbia valutato a pieno il suo disegno politico,che,chi ha memoria ricorderà che ha sempre auspicato una riforma elettorale di tipo tedesco. Alchimie politiche? E se fosse la soluzione della crisi? Una convinzione più completa potrebbero darcela le proposte di Alfano e di Bersani.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
IL FORUM DI MONTEPARANO.COM © Monteparano.com 2008 Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,33 secondi. Versione 3.4.07 by Modifichicci - Herniasurgery.it | PlatinumFull - Distribuito Da: Massimo Farieri - www.snitz.it | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06